Arti addormentati? Qual è la causa?

Arti addormentati? Qual è la causa?

Svegliarsi dopo una lunga dormita e sentire i propri arti senza sensibilità, non è mai il migliore dei risvegli. Poco dopo i primi attimi di terrore, cominciamo a sentire un formicolio che rianima il nostro braccio, ma a cosa è dovuto?

Nel linguaggio comune diremmo che il braccio si è ”addormentato”. In realtà gli esperti la chiamano parestesia, ovvero una temporanea e indolore alterazione della sensibilità.

Da cosa è provocata questa condizione?

Se gli arti subiscono una compressione, le fibre nervose non riescono a trasportare al sistema nervoso centrale, sotto forma di impulsi elettrochimici, le informazioni sensoriali.

Rappresentazione nello specifico delle fibre nervose. Quando gli arti subiscono una compressione, le fibre nervose non riescono a trasportare le informazioni sensoriali.
Rappresentazione nello specifico delle fibre nervose

Come molti sistemi di emergenza automatici del nostro corpo, la parestesia serve a evitare che i tessuti muoiano. Anche se non ne siamo consapevoli, quando stiamo fermi, i muscoli compiono dei movimenti di aggiustamento per mantenere l’omeostasi (l’equilibrio interno) dell’organismo. Quando questi aggiustamenti non vengono eseguiti, il nostro cervello ci manda dei segnali di emergenza, il famoso formicolio, per far si che le zone desiderate possano essere messe in movimento.

Se cerchi la definizione di firba nervosa, puoi premi sul seguente link: Fibra Nervosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *