Lo spazio e i suoi misteri…

Lo spazio e i suoi misteri…

A chi non è mai venuto da domandarsi, magari puntando lo sguardo verso il cielo, scansando con fatica un palazzo, che cosa ci fosse al di fuori della Terra, quante forme di vita e quante storie si celino in questo universo in continua espansione.

Ma perché l’uomo ne è sempre rimasto così affascinato?

Beh, una vera risposta non esiste. L’uomo fin dai suoi tempi più remoti, ha sempre posto la sua attenzione su quelli che sono gli enti apparentemente irraggiungibili, prendendoli come degli obiettivi.

Un tempo guardando la Luna si pensava che fosse qualcosa di impossibile da raggiungere, qualcosa di cui se ne poteva ammirare la bellezza solo da lontano, eppure un giorno Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins segnarono un passo definitivo nella storia dell’umanità…lo sbarco sulla Luna con la missione spaziale Apollo 11.

Questo ci può far pensare che magari quelle che oggi sembrano delle assurdità, delle cose impossibili, magari in un futuro nemmeno poi così tanto remoto, saranno semplicemente dei nuovi tasselli raggiunti che saranno alla base della continua ricerca e del porsi nuovi obiettivi.

Ma perché si è così tanto affascinati dall’ignoto? Perché ciò che più ci è oscuro genera in noi un ancora più forte desiderio di scoprirlo?

Come già detto, queste non sono domande a cui si può dare una vera risposta. Noi agiamo così, perché siamo fatti così. Siamo esseri in perenne movimento, non siamo statici, siamo dinamici ed è proprio questa nostra dinamicità che fa si che non ci limitiamo a vedere solo una mela cadere, ma dobbiamo capire anche perché sia caduta dall’albero.

Guardate le stelle e non i vostri piedi. Provate a dare un senso a ciò che vedete, e chiedervi perché l’universo esiste. Siate curiosi.
(Stephen Hawking)



 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *