VIAGGIO NEL TEMPO, cosa sappiamo?

VIAGGIO NEL TEMPO, cosa sappiamo?

A chi non piacerebbe viaggiare nel tempo!? Secondo diversi scienziati della NASA sarà possibile. A supporto di questa tesi ci sono varie teorie; analizziamole insieme!

VELOCITÀ DELLA LUCE

Albert Einstein lo ha proposto in una delle sue teorie: la Relatività Ristretta. Secondo la sua teoria, lo spazio e il tempo non sono due cose separate, ma due aspetti di una cosa sola definita “spazio-tempo”. Un’astronave potrebbe viaggiare attraverso lo spazio-tempo a una velocità vicina a quella della luce, circa 300.000 km/s, e per l’equipaggio a bordo il tempo scorrerebbe più lentamente rispetto a chi si trova a terra.

I BUCHI NERI

Esiste anche un altro modo per andare nel futuro, ovvero ruotare attorno ad un buco nero.

La forza di gravità rallenta il tempo, specialmente quella esercitata da un oggetto simile con una tale densità da attrarre a sé qualunque cosa! Una navicella che possa ruotargli attorno, riuscirebbe a fermare il tempo rispetto a chi è sulla Terra.
Questo attualmente è infattibile, in quanto un velivolo vicino ad un buco nero non farebbe di certo una bella fine… l’enorme forza di gravità ci porterebbe ad una morte più che certa, per intenderci, probabilmente di noi non rimarrebbero più nemmeno gli atomi, in più, i buchi neri sono lontanissimi e al momento impossibili da raggiungere.

I WORMHOLE

I wormhole sono dei cunicoli spazio-temporali ipotizzati da alcuni scienziati, considerabili come delle scorciatoie per raggiungere mete lontane anni luce.

La notizia negativa è che non è ancora stato trovato alcun wormhole e, casomai se ne fosse trovato uno, sarebbe troppo piccolo, instabile e durerebbe troppo poco per essere utile al fine.

LA MACCHINA DEL TEMPO

Un’ultima teoria, di quelle più note, è la cosiddetta macchina del tempo. Il problema è che ancora nessun scienziato è stato capace di costruire un dispositivo del genere, quindi non ci resta che aspettare!

Curiosità a proposito è quella di Stephen Hawking, il quale organizzò una festa senza invitare nessuno se non dopo di essa. L’intento era quello di avere una prova certa del viaggio del tempo, in quanto gli unici a potere sapere della festa, sarebbero stati necessariamente le persone capaci di muoversi nel tempo.


Potrebbe interessarti:

Forza Isterica, la forza sovrumana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *