Voce di una mummia, riproduzione in laboratorio

Voce di una mummia, riproduzione in laboratorio

Il gruppo di scienziati britannici dell’University of London a Royal Hollaway ha riportato in vita la voce appartenuta al sacerdote egiziano Nesyamun.

Questo è potuto avvenire grazie alla ricostruzione dell’apparato fonatorio della mummia, il quale ha permesso di ricrearne il timbro. Tutto ciò è stato possibile con la riproduzione della gola e della laringe tramite Tac e stampante 3D.

La squadra dei ricercatori, con la Tac, è riuscita ha mostrare che i tessuti molli erano rimasti intatti sino ad oggi grazie alle fantastiche tecniche di mummificazione del popolo egizio. Successivamente è stata costruita la laringe per poi essere stata stampata in 3D con apposite macchine. Dopo aver raccolto tutti i dati, gli studiosi hanno sintetizzato e riprodotto il suono di quella che doveva essere la sua voce, deducendo anche che il tratto vocale del sacerdote era più piccolo rispetto a quello degli uomini dei giorni d’oggi.


Referenze:

ANSA: Riprodotta la voce di una mummia di 3.000 anni fa

La Repubblica: Ricostruita la voce di una mummia di 3 mila anni

Potrebbe interessarti:

https://www.ilperchedeldubbio.it/perche-in-arabo-si-scrive-da-destra-verso-sinistra/?preview_id=3528&preview_nonce=330f3fd3f6&preview=true&_thumbnail_id=3529

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *